202008.06
Off
0

Lavorare mentre aspetto il processo di riconoscimento di cittadinanza italiana: È possibile?

Tanti dei nostri clienti si preparano per fare il processo di riconoscimento della cittadinanza italiana tenendo in mente la possibilità di lavorare durante il tempo di attesa in solo italiano, ma, una domanda che riceviamo spesso è: “E’ davvero possibile lavorare mentre sei in Italia? Come si trova il mercato lavorativo italiano?”

Questa domanda viene fatta non solo dai nostri clienti in realtà, ma da tutti quelli che si vogliono trasferire in Europa e hanno l’Italia come un potenziale Paese da iniziare questa avventura

Prima di rispondere a queste domande dobbiamo chiarire una cosa:

Quando il richiedente comincia il processo di cittadinanza italiana, è necessario avere un visto speciale per attendere la finalizzazione della procedura. In questa maniera il cittadino italiano non ancora riconosciuto, non è più un turista e tecnicamente potrebbe lavorare in Italia. Però, questo tipo di permesso di soggiorno (per attesa di cittadinanza) è molto particolare e per tanto, sta ad ogni questura a decidere se un cittadino in questo status può lavorare.

In altre parole, questo vuol dire che non è semplicemente una decisione del singolo individuo e/o del datore di lavoro il fatto del cittadino in attesa di cittadinanza lavorare mentre aspetta sua procedura concludersi.

Per ciò, caso la tua priorità mentre sei in Italia aspettando il riconoscimento della tua cittadinanza sia lavorare, il nostro consiglio è che tu controlli in precedenza con il tuo agente/consulente o direttamente con la questura che risponde per l’area dove avrai residenza, le tue possibilità lavorative con il permesso che avrai. 

Il secondo punto per capire le tue vere possibilità di trovare un lavoro qua è capire la disponibilità di lavoro nel Comune/Provincia dove ti troverai. Per quanto riguarda questo argomento ci sono un paio di questioni da considerare: 


Parli almeno un po’ di italiano? In caso negativo, sei disposto ad impararlo?


Parlare bene l’inglese può essere considerato un extra (o meno) dipendendo del posto e del periodo in cui ti trovi. In ogni caso, non dimenticarti che la lingua ufficiale dell’Italia è l’italiano. Questo vuol dire che grande parte della popolazione italiana non parla/capisci l’inglese.

Questa è una delle ragioni per cui offriamo ai nostri clienti lezioni di italiano online. Arrivare in Italia, avendo già qualche base della lingua farà una grande differenza nella tua esperienza.


Abiterai in una Città grande e/o turistica? O avvierai la procedura in un Comune/paese piccolo dove la grande maggioranza (se non tutti) sono italiani?


Questo è un punto molto importante, perché se abiterai in una Città turistica, di sicuro avranno più offerte di lavoro, anche se probabilmente si tratteranno di lavori stagionali.

Peró stati attenti, come ben sappiamo il turismo è una delle aree che sono state più affettate con la situazione COVID-19, per ciò è ancora troppo presto per dire con esattezza quando questo segmento tornerà a “riscaldarsi”. Ad ogni modo, sapete che il turismo in Italia non “smetterà” di esistere e piano piano le cose torneranno al normale.


Sei disposto a fare qualsiasi tipo di lavoro o sei limitato ad alcune aree specifiche?

Qui in Italia esistono molte opportunità di lavori “operativi”: bar, ristoranti, supermercati, ecc…arrivare qua con una mente aperta e possibilità illimitate di lavori di sicuro ti aiuterà a trovare qualcosina.


In caso vorresti trovare un lavoro in un segmento troppo specifico, hai già qualche esperienza in questo ambito? 


Se il tuo obiettivo è arrivare in Italia e trovarti un lavoro molto specifico, la tua esperienza sarà cruciale.


E per fine: Hai qualche diploma o certificati di conclusione corsi nel tuo Paese?


Sappi che ti servirà un’equipollenza di questo tuo diploma per che tu riesca svolgere il tuo lavoro in caso tu appartenga ad un’area dove il diploma è un prerequisito.   

Adesso vi facciamo un esempio della Provincia dove lavoriamo, Ragusa. A Ragusa è permesso lavorare con il visto sopra indicato. In generale, la Sicilia è una Regione molto attiva e turistica d’estate, peró i cittadini (per la sua maggioranza) parlano solo l’italiano. Quindi se la tua intenzione è venire qua e lavorare nel periodo che va da maggio ad agosto (all’incirca) e se tu sei disposto a lavorare negli alberghi/hotel/bar/ristoranti, molto probabilmente ti troverai un lavoro caso abbia le qualifiche necessarie, e in questo caso parlare l’inglese, il francese e/o il tedesco è un grande vantaggio. Se però, la tua intenzione e venire verso l’inverno (da dicembre a febbraio) le tue possibilità di trovare lo stesso lavoro con le stesse condizioni cambiano drasticamente, la Città è molto più vuota e tanti locali non aprono nemmeno in questo periodo.


Per concludere, possiamo affermare che è sì, possibile trovarsi un lavoro in Italia durante l’attesa della conclusione del processo di riconoscimento di cittadinanza. Noi personalmente abbiamo visto da vicino molti “casi di successo”, ma ci sono delle importanti considerazioni da fare ancora nella fase di pianificazione del tuo viaggio. Ci raccomandiamo: Se è importante per te trovare un lavoro qua, non lasciaste per pensare a questi dettagli una volta che siete già arrivati in Italia.

 

Inoltre, se hai dubbi per quanto riguarda la vita e il lavoro non esitare prima di consultarsi. Tranne che la consulenza per la procedura di riconoscimento di cittadinanza, offriamo molti altri tipi di consulenza:


  • Inserzione nel mercato del lavoro europeo;

  • Equipollenza del diploma (sia universitari che scolastico);

  • Visto e permesso di soggiorno per quelli che non hanno il diritto alla cittadinanza italiana, ma che vogliono fare uno scambio studentesco o una esperienza lavorativa in Italia.

Per maggiori informazioni puoi inviarci una email a info@rossopassaporto.com