201704.13
0
1

Cittadinanze facili e false agevolazioni: ecco come riconoscere un professionista che sa fare il suo lavoro ed evitare i ciarlatani

La piaga della “cittadinanza facile” sta affliggendo il mondo degli esperti in immigrazione e cittadinanza italiana ormai da molti anni.

Solo negli ultimi due giorni sono arrivate notizie come “Teramo: inchiesta su iter cittadinanza, indagati” oppure “Residenza facile per la cittadinanza, indagini in tre comuni del teramano”.

Potete leggere gli articoli per intero a questi indirizzi:

https://www.rete8.it/cronaca/152teramo-inchiesta-su-iter-cittadinanza-indagati/
http://www.abr24.it/residenza-facile-per-la-cittadinanza-indagini-in-tre-comuni-del-teramano/

Notizie come queste sono allʼordine del giorno e la battaglia contro chi propone cittadinanze facili e false agevolazioni continua.

Ieri, questi ciarlatani potevi riconoscerli con una certa facilità, oggi con l’esplosione di siti online il rischio di acquistare un pacchetto di cittadinanza e ritrovarti con nulla in mano è decisamente più elevato.

Spetta a te fare attenzione e a non affidarti a chi ti propone false agevolazioni, la legge italiana non ammette ignoranza.

Ecco quanto emerge da uno degli articoli sopra:

“Secondo quanto ipotizzato dalla Procura, infatti, contrariamente a quanto attestato dai controlli effettuati dai relativi uffici comunali, la maggioranza dei brasiliani che avrebbe ottenuto le relative certificazioni non avrebbe avuto alcuna dimora abituale negli appartamenti indicati, requisito necessario per perfezionare l’iter ed ottenere la cittadinanza. Al contrario, quegli appartamenti, sarebbero stati occupati solo per il tempo necessario ad ottenere l’agognato documento.”

E qual è il prerequisito fondamentale per avviare la procedura?

Il primo requisito è proprio la residenza. Bisogna essere veramente residente nel luogo in cui si intende avviare la procedura. Si deve risiedere in un comune italiano, il quale verificherà tale condizione nel corso di 45-90 giorni, in conformità alla legge italiana.

L’interessato deve risiedere legittimamente nel comune per il periodo minimo necessario alla verifica di tale condizione e solo successivamente la procedura può essere avviata.

Se acquisti un pacchetto di cittadinanza da ciarlatani senza scrupoli stai delegando la possibilità di ottenere il tuo diritto alla cittadinanza italiana alle organizzazioni criminali.

Vuoi davvero questo?
Ti invito a scoprire di più sul mio progetto “Rosso Passaporto” e sui servizi che offre.

Servizi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *